Discariche

Tirrenoambiente S.p.A. svolge la sua attività principale nella realizzazione e nella gestione di discariche controllate per rifiuti non pericolosi.

Le discariche sono progettate e gestite secondo elevati standard di professionalità, in conformità con le specifiche normative vigenti (D. Lgs. 36/2003), al fine di garantire le operazioni di smaltimento in modo eco-compatibile.

Tirrenoambiente S.p.A. pone la massima attenzione su ogni singola fase di attività della discarica: progettazione, realizzazione, gestione operativa, chiusura e gestione post-operativa.

    1. in fase di progettazione, vengono adottati i criteri necessari ad assicurare la limitazione del flusso degli inquinanti verso l’ambiente esterno, le condizioni di stabilità e di assestamento del corpo dei rifiuti e la stabilità del terreno d’appoggio, delle scarpate e delle strutture di contenimento (argini);

    1. in fase di realizzazione, ovvero prima dell’entrata in esercizio della discarica, vengono predisposti tutti gli interventi finalizzati alla raccolta e al trattamento del percolato e del biogas (principali cause di impatto ambientale) e al monitoraggio dello stato di qualità delle falde, al fine di limitare il possibile inquinamento provocato da infiltrazioni di percolato a seguito di eventuali lacerazioni del manto;

    1. in fase di gestione operativa, vengono messe in atto tutte le modalità operative e le procedure atte a garantire la conformità con i principi, le modalità e le prescrizioni normative in vigore;

    1. in fase di chiusura, l’area adibita a discarica è soggetta al ripristino ambientale attraverso la realizzazione di una idonea copertura (capping), avente la finalità di evitare il rilascio nell’ambiente di inquinanti da parte dei rifiuti già allocati, e idonea sistemazione a verde mediante la piantumazione e l’inerbimento dello strato di copertura finale;

    1. infine, in fase di gestione post-operativa, viene garantita la prosecuzione del controllo della discarica e delle infrastrutture che sono state in essa realizzate durante il suo approntamento (drenaggio e trattamento di percolato e biogas, la cui produzione prosegue ben oltre la chiusura della discarica), al fine di assicurare che l’area, una volta chiusa la discarica, mantenga i requisiti di sicurezza ambientale previsti.

Per assicurare le condizioni di sicurezza, ai sensi del D.M. 27 settembre 2010, l’ammissione in discarica avviene solo dopo ispezione del carico di rifiuti e verifica di conformità, al fine di accertare che il rifiuto possieda le caratteristiche della relativa categoria e soddisfi i criteri di ammissibilità per la corrispondente categoria di discarica.